Nefrectomia parziale robotica

da_vinci_abanoLa nefrectomia parziale robotica è l’asportazione di una parte del rene con il risparmio della parte sana dell’organo.
La maggior parte delle volte l’intervento viene eseguito per neoplasie renali di dimensioni inferiori a 4-5 cm specie se localizzate al polo renale o in caso di rene unico.

 

Vantaggi della tecnica robotica

  • Visione migliorata ad alta definizione con ingrandimento di 10 volte e visione tridimensionale;
  • Eliminazione del tremore della mano umana
  • Ridotte perdite ematiche
  • Minor danno al tessuto renale
  • Minor ischemia del rene  e minor rischio di insufficienza renale
  • Minor dolore
  • Maggior precisione chirurgica

 

Tecnica  Chirurgica

Il paziente è sottoposto ad  anestesia generale e posizionato sul fianco controlaterale al rene interessato. Vengono posizionati un trocar per l’ottica, altri due trocar per le braccia del robot e altre due per il chirurgo al tavolo operatorio. Dopo aver  isolato il rene dagli organi circostanti (via transperitoneale) o liberato dal grasso della loggia renale (via retroperitoneale), si identifica il tumore. Si procede a isolamento dei vasi renali (arteria e vena).

Con la tecnica di asportazione del tumore senza clampare (chiudere) i vasi renali si riduce drasticamente il rischio di danno ischemico dell’ organo stesso.

Si procede alla enucleazione del tumore risparmiando la parte di rene sano.

Si esegue infine una doppia sutura sul letto di resezione del rene che consente di arrestare eventuali sanguinamenti.

 

Durata intervento

L’intervento necessita mediamente di un tempo variabile dai 90 ai 120 minuti in base alla grandezza del tumore da asportare.

 

Complicanze

La complicanza maggiore è la perdita ematica che generalmente non supera i 100-200 cc. Raramente si può lamentare una fistola urinosa che generalmente si risolve spontaneamente.

 

Decorso post-operatorio

Dopo 24 ore il paziente si alimenta, si può alzare dal letto e deambulare.

Il caterere viene rimosso dopo 1 giorno, il drenaggio viene rimosso dopo 1-2 giorni.

Il paziente è dimesso generalmente 2-3 giorni dopo l’intervento con tutte le necessarie indicazioni per il decorso post operatorio.